IX CAMPIONATO MONDIALE DI PESTO GENOVESE AL MORTAIO

IX CAMPIONATO MONDIALE DI PESTO GENOVESE AL MORTAIO

Si svolgerà sabato 4 giugno presso Palazzo Ducale la finalissima del Campionato Mondiale di Pesto al mortaio che ritorna in presenza dopo 4 anni ma senza tralasciare lo streaming per chi si collegherà da lontano. Sarà un’edizione caratterizzata da importanti novità come la presenza del Robo Twin dell’IIT che cercherà di produrre il pesto al mortaio imitando l’uomo e l’incontro con la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU) sulle prospettive della nostra salsa verde, ormai modello di sostenibilità e di moderna cultura alimentare.

Si prospetta una giornata di grande gara e grande festa della comunità ligure e non solo, infatti i 100 finalisti, selezionati secondo i criteri e i tempi di iscrizione del campionato, provengono da tutta Italia e da tutto il mondo e rappresentano tutte le fasce d’età, nonché tutte le professioni.

I concorrenti, oltre che dalla Liguria, provengo da altre 11 regioni italiane, mentre 14 sono i rappresentanti stranieri dove, i più lontani vengono da Tokyo e da Monterrey. Il concorrente più vicino abita in Piazza Matteotti a pochi passi da Palazzo Ducale.  Giudicheranno le produzioni dei concorrenti 30 persone, anche non liguri e internazionali, selezionate per esperienza, competenza e attivismo nel mondo del food e della comunicazione territoriale. La manifestazione sarà condotta dal Presidente Roberto Panizza e dai componenti dell’Associazione Palatifini, dal presentatore televisivo Beppe Convertini (per la gara dei 100), dall’attrice Danila Barone (Campionato dei Bambini) e dalla giornalista Eva Perasso per la diretta streaming.

Fra le attività collaterali di questa edizione due spiccano in particolar modo: il convegno “Genova porta della cucina mediterranea verso l’Europa” che SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana) terrà a Genova in occasione del Campionato venerdì 3 maggio presso la Camera di Commercio, e l’evento organizzato con l’Istituto Italiano di Tecnologia “Io robot faccio il pesto al mortaio”, dove il robot RoboTwin proverà a preparare il pesto alla genovese (sabato 4 maggio mattina).

Le altre attività che faranno da cornice alla gara dei 100 saranno il Campionato dei Bambini non competitivo organizzato dal Consorzio del Basilico Genovese DOP, il Piccolo Coro Lollipop che interpreterà l’Inno del Campionato Mondiale scritto dai Buio Pesto, l’annullo filatelico predisposto da Poste Italiane per chi vuole trattenere un ricordo della giornata, il Pesto Party dedicato alle premiazioni, alla musica e al buon cibo, la consegna della targa A’Compagna al concorrente che arriva da più lontano, i corner informativi di consorzi e associazioni liguri nel settore del food, la Settimana del Pesto dei Ristoratori Liguri che aderiscono alla promozione della cucina tradizionale, “Vetrine in Gara” il concorso di addobbo delle vetrine a tema Pesto e Campionato, il Pesto Talk, il “Salotto del Campionato”, il servizio di formazione e allenamento “Pesto Last Minute” e l’itinerario turistico gratuito nei caruggi del Centro Storico Genovese “Un’ora nel Centro Storico, tra curiosità e botteghe”.

Il Campionato mondiale di Pesto genovese al Mortaio è un’invenzione e un metodo unico e innovativo di promozione del pesto genovese o al basilico che, negli ultimi 30 giorni, hanno fatto parlare di sé 5.000, volte 1.000 delle quali con un esplicito collegamento a Genova e alla Liguria.

Regione Liguria e la Camera di Commercio sono i principali sostenitori e investitori dell’evento.