Diano Marita: la grande festa per la Madonna del Carmine

Diano Marita: la grande festa per la Madonna del Carmine

Diano Marita: la grande festa per la Madonna del Carmine

11/07/2014
A Diano Marina i festeggiamenti per la patrona durano un'intera settimana: culminano il 19 con i fuochi d'artificio

Nella riviera di Ponente ci sono alcune spiagge di ritrovo per i surfisti: onde lunghe e vento che le increspa al punto giusto: qui, tavola sotto braccio, muta, corsa in acqua e in pochi secondi spariscono al largo coperti dai cavalloni. Può sembrare strano ma anche la Liguria è piena di appassionati del surf, non bisogna andare fino in California per trovarli! Uno di questi posti di ritrovo è Diano Marina in provincia di Imperia. Tipica meta turistica dominata dalle spiagge: 3,5 chilometri di sabbia finissima. Mare e spiaggia non sono le uniche attrattive, tantissimi sono anche i percorsi pedonali per scoprire le sue bellezze storiche e paesaggistiche. Nelle giornate in cui gli amanti della tintarella restano a casa, quando le condizioni climatiche sconsigliano i bagni come ad esempio dopo le mareggiate, ecco che è il momento del popolo del surf: tra le onde, tanti puntini, sono le tavole con seduti i surfisti che aspettano l’onda giusta per tirarsi in piedi e cavalcarla! Il surf non è l’unico sport: runners, mountain bikers e trekkers. Insomma troverete sicuramente il modo per passare il tempo mantenendovi in forma! Il paese dei surfisti è protagonista per la grande festa patronale della Madonna del Carmine: non due-tre giornate come per tutti gli altri patroni ma un’intera settimana. Infatti, già i primi di luglio, approfittando delle belle giornate di sole, si organizzano moltissime attività sulla spiaggia, giochi e bagni, mentre di sera il paese si accende con concerti live: in tutte le vie si possono ascoltare diversi generi musicali, scegliete il vostro preferito! Dall’11 al 13 luglio si comincia ad entrare nel vivo della festa patronale, aprono gli stand gastronomici e ogni sera si danza. A Diano ci sono tre prodotti che è d’obbligo coltivare dato il clima mediterraneo ideale per la loro crescita: le olive da cui si ricava un olio extra vergine che da poco è stato battezzato “DOP Valli Riviera dei Fiori”; l’uva da cui si ottiene il vino “Vermentino” dal profumo dei fiori; per finire il basilico da cui si ricava, neanche a dirlo, il pesto. Il 15 luglio, in preparazione della giornata più importante, il “Concerto dei 3 Tenori”, a impressionarci con i loro acuti sono Valter Borin, Andrea Elena e Gianni Mongiardino: le loro ugole intonano le opere della tradizione napoletana. È il 16 che si entra nel pieno della festa: ci si sposta tutti sulla banchina del porto, nel centro turistico del paese, per onorare finalmente la Madonna del Carmine. La processione comincia alle 21 ma ciò che è più atteso è l’omaggio alla santa data la sua scenografia: i sub scendono nei fondali dianesi dove si trova la bellissima “Stella Maris”, la Madonna che protegge la popolazione, sulla quale posano dei fiori. Anche qui non possono mancare i fuochi a conclusione di questa settimana piena di eventi: il 19 luglio il cielo si colora di tante luci per l’ultimo saluto alla patrona e via alla serata finale da vivere fino a tarda notte! In realtà non è la fine ma è l’inizio: la voglia di vacanza a Diano è appena partita pronta a regalare altre emozioni ai suoi cittadini e ai suoi turisti con un calendario tutto da scoprire. E non perdetevi l’occasione per visitare il territorio, un itinerario che vi consigliamo è: