Sagre di luglio

Sagre di luglio

Sagre di luglio

02/07/2014
Tante sagre in questo primo weekend di Luglio:a Mele si beve alla spina con la "Festa della birra" e a Ceranesi si stende la sfoglia per la “Sagra del raviolo...e non solo...”

Con l’estate ogni week end, per non dire, quasi ogni giorno, in tutta la Riviera vengono organizzate sagre di ogni tipo. I prodotti protagonisti di quelle di cui parliamo oggi sono la birra e i ravioli. Nel primo weekend di luglio: a Mele la “Festa della birra” mentre nel comune di Ceranesi precisamente in località Geo la “Sagra del raviolo...e non solo...”.

Mele si trova sopra a Voltri ed è ricco di passeggiate panoramiche: si possono raggiungere vette dalle quali si può dominare non solo il Golfo ligure ma anche la costa toscana e francese. Una frazione da visitare è Acquasanta sia per il “Centro di Raccolta e Testimonianza dell'arte cartaria” sia per le neviere, pozzi dal diametro di 10-12 e profondi 4-5 metri, utilizzate come rudimentali frigoriferi perché conservavano la neve anche durante l’estate, infine, nella zone delle Giutte c’è il “sito dell’Issel” con le antiche incisioni rupestri del periodo protostorico. Il primo week end di luglio, 4-5, Mele lo dedica alla birra: Chiara, Doppio malto, Weiss e molte altre, tutte artigianali. Accanto alla protagonista gli altri stand gastronomici dove si può scegliere: per i primi tra lasagne classiche al ragù o quelle al pesto oppure gustosi panini ben farciti; i secondi spaziano dalla salsiccia ai wurstel e dalla porchetta alla rosticciata accompagnati da patatine o crauti; chi vuole un piatto completo può optare per il kebab, e infine non mancano i dolci della casa. Allo scoccare della mezzanotte, amanti della birra, preparatevi, sia venerdì sia sabato, si spilla una birra artigianale molto speciale: “la birra di mezzanotte”, alzate le brocche e aspettate il vostro turno, ce n’è per tutti! A movimentare ogni serata non manca la musica: dance il venerdì e rock il sabato. I Divina non passano certo inosservati con i loro costumi “sobri”: parrucche colorate, zeppe vertiginose, tanti strass e punti luce e addirittura serpenti. Coinvolgono il pubblico con uno spettacolo che elettrizza ogni palco su cui salgono: le coreografie sono colorate e luminose quanto i costumi, i ballerini sono instancabili, un continuo di acrobazie, anche i cantanti sfogano tutto il loro impeto con incredibili hit adrenaliniche. Impossibile stare fermi e non divertirsi: una “divina” carica di energia che richiede un vestiario a tema per entrare ancora meglio in un’atmosfera di irrefrenabile divertimento. Stesso discorso per i pezzi anni ’70 e ’80 di una delle migliori cover band del panorama musicale, “Abcd”, che anima la serata di sabato fino a tarda notte: per chi ama scatenarsi facendo le ore piccole! I ritmi che ci tengono svegli spaziano dal dance al rock e dallo ska fino alle percussioni per accontentare tutti! Due nottate con gli occhi puntati sul palco e tanta voglia di non fermarsi! La novità di quest’anno riguarda il Rugby: uno sport che sembrerebbe prettamente maschile e che invece affascina anche le donne che si sfidano nel torneo di sabato alle 18, una contro l’altra formazioni liguri e del basso Piemonte. Che vinca il migliore anzi la migliore!

La seconda sagra non ha un unico protagonista come si capisce dai puntini di sospensione del titolo: “Sagra del raviolo...e non solo...”, siete curiosi, o meglio, affamati? Sarete appagati tutti: chi ama il pesce, chi la carne, chi i primi e chi i secondi! Quindi tutti a Ceranesi dal 3 al 6 luglio per riempire la pancia con i manicaretti proposti da questa sagra giunta alla sua nona edizione. Ceranesi è un comune dell’alta val Polcevera e anche se dista soli 18 chilometri da Genova è immerso nella natura: dai piani di Praglia fino al percorso naturalistico della Guidovia. La sagra si svolge nella frazione di Geo ed è organizzata dalla Parrocchia SS. Nome di Gesù presso il Campo Sportivo proprio all'inizio della salita per il Santuario di Nostra Signora della Guardia. Ma passiamo alle golose “attrattive”: gli stand gastronomici, aperti tutte le sere dalle 19. Qui trovate, prima di tutto, gli immancabili ravioli fatti a mano e le pizze cotte nel forno a legna, tutto un altro sapore; tanti secondi di carne braciole, salsiccia e cima alla genovese; ma anche di pesce, visto il successo riscosso l’anno scorso, torna la frittura di anelli e ciuffi di calamari; e come dolce ci aspettano le crepes alla nutella! E alle 21 si aprono le danze mentre chi ha paura di perdersi i quarti di finale, non si preoccupi: si è pensato anche ai Mondali Brasile 2014 con un grande maxi schermo per la proiezione delle partite. Approfittatene per passeggiare nei tanti percorsi naturalistici di Ceranesi e per le sue stradine dove potrete incrociare qualche bottega artigiana come quella di Danilo Burroni maestro del ferro battuto: ringhiere, cancelli, inferriate fisse e apribili, serrande e portoni ma anche oggetti per l’arredamento. Lavori tutti eseguiti con i metodi della tradizione artigiana certificati dal marchio di qualità “Artigiani In Liguria”.