Il Porto Antico d’estate

Il Porto Antico d’estate

Il Porto Antico d’estate

01/07/2014
Le Rassegne del Porto Antico ci tengono compagnia per tutta l'estate con risate, spettacolo e tanto divertimento

Il Porto Antico è il cuore della “nuova” Genova: una grande piazza affacciata sul Mediterraneo. È questo il polo attrattivo del turismo: feste, incontri e divertimento! Da mille anni accompagna la storia della città e da venti ha cominciato a rinnovare la sua anima turistica: con negozi, eventi culturali, spettacoli di ogni tipo, manifestazioni sportive, cibo e gusto. Il centro dove cittadini e turisti si incontrano. Per l’estate non poteva certo abbandonarci! Infatti, in programma ci sono tre rassegne all’insegna del divertimento: “Estate spettacolo”, il “Goa Boa Festival” e “Ridere d’agosto e anche prima”.

Con “Estate spettacolo” si preannuncia un mese “da urlo”: dall’8 luglio al 2 agosto si canta e ci si scatena insieme a cantanti, cabarettisti e ballerini famosi, nazionali ed internazionali. I palchi sono due: quello dall’Arena del mare e quello dalla Piazza delle Feste. Il primo situato in fondo ai Magazzini del Cotone, si espande rispetto all’anno scorso, ospita più di 5000 spettatori, affascinati dalla location incorniciata dal cielo stellato, con la sagoma della lanterna come sfondo e dal silenzioso passaggio delle navi: qui musica sia pop sia rock con cantautori e rapper va in scena dall’8 al 19 luglio. L’altro palco è più intimo ma con la sua posizione a fior d’acqua e con accanto l’ascensore panoramico, Bigo, non meno seducente: musica jazz, spettacoli teatrali, tanta comicità e risate dal 13 luglio al 2 agosto. Un calendario ricchissimo che vede tra i grandi cantanti attesi: i Negramaro, i Massive Attack, Simone Cristicchi e tanti altri.

Durante queste serate uno spazio è dedicato soprattutto ai giovani, il “Goa-Boa Festival”, dove gli urli per i cantanti che si esibiscono sul palco dell’Arena del Mare sono a squarciagola. Sei serate scatenate in un mix di generi musicali: dal pop al rock e dall’hip hop al reggae! Gli stornelli e i ritmi gitani del cantautore romano Alessandro Mannarino aprono le sei serate il 14 luglio. Tra gli altri nomi importanti quello di Paolo Nutini, italo-scozzese, che porta a Genova il pop misto al blues e unito ai cori gospel e che ha scelto Genova come prima tappa del suo tour in Italia. Si prosegue con una nuova accoppiata, per gli amanti della musica alternativa gli Afterhours cantano insieme a Le Luci della Centrale Elettrica: una carica di “volt” è pronta a dare la scossa al pubblico. Dalla carica elettrica a quella irriverente del rapper pugliese Caparezza fino al coinvolgimento degli spettatori con i Sud Sound System insieme ai Mellow Mood e con la dance dei Gorillaz Sound System.

Dalla musica al teatro con “Ridere d’agosto e anche prima”: anche prima proprio perché le risate iniziano a luglio. Il Teatro Garage, l’organizzatore, vuole regalare al pubblico diverse forme di intrattenimento: dal cabaret alla comicità più teatrale. Le serate sono quattro: dal tagliente comico genovese, Maurizio Lastrico, al debutto su questo palco del duo Lillo &Greg; dal live show di una comicità di nuovo tutta genovese dei Bruciabaracche allo spettacolo “Sinceramente bugiardi” con l’ironia di Alan Ayckburn interpretata da Debora Caprioglio e Lorenzo Costa. Questa rassegna ha anche un’altra location: quella della Villa Imperiale, nel quartiere di San Fruttuoso di fronte al mercato di Terralba, con spettacoli più classici e in prosa e soprattutto con serate che gli anni passati hanno riscosso un grande successo: uniscono al teatro cene gastronomiche, quindi, ci si gode lo spettacolo e ci si riempie la pancia! Se volete ancora più divertimento nelle piazze e nei vicoletti adiacenti al porto gli artisti emergenti mettono in mostra diverse forme d’arte già a partire dal tardo pomeriggio. L’estate a Genova è proprio l’occasione per perdersi tra i caruggi alla scoperta della Liguria artigiana con le sue botteghe antiche presenti fin dal 1800 e di quella nobile attraverso la storia delle sue regali dimore: